Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1890.djvu/452


medaglie italiane del 1889 435

fu distribuita dal Comitato pel monumento, e messa in commercio al prezzo di L. 5.

Quest’altra invece, eseguita in Firenze dal noto ed eccellente prof. Luigi Giorgi, fu fatta da questi per conto proprio, non venne messa in commercio, e fa coniata in molto limitato numero di esemplari:

38. — Diam. mm. 60.

D/ — Busto, testa nuda. In giro, ai lati: GIUSEPPE GARIBALDI. Sotto al busto: L. Giorgi in Firenze.

R/ — Nel campo, in sei linee: PER L’INAUGURAZIONE — IN LUCCA — DEL MONUMENTO — AL’EROE DEI DUE MONDI — XXII SETTEMBRE — MDCCCLXXXIX.


Asterisme.svg


Dopo queste medaglie, troviamo cronologicamente, quella che ci ricorda il giubileo artistico del maestro Giuseppe Verdi. I cinquant’anni di gloriosa carriera artistica furono compiuti dall’illustre compositore il 17 novembre, e la giunta comunale di Genova — dove il maestro ordinariamente risiede — aveva decretato fino dal 19 settembre 1889 di far coniare, pel 17 novembre, una medaglia d’oro da conferirsi a Verdi, che di Genova è cittadino onorario.

La medaglia fu in breve tempo incisa dall’egregio cav. Speranza Filippo, primo incisore della regia zecca di Roma; e in questa ne furono coniati un esemplare in oro, pochissimi in argento, un centinaio in rame. La presentazione della medaglia fu fatta al maestro quindici giorni dopo la data del giubileo, avendo egli tardato a restituirsi a Genova dalla sua villa di Sant’Agata. La medaglia è la seguente: (Tav. IX, N. 4).

39. — Diam. mm. 69.

D/ — Busto a sin., abito civile, testa nuda: nel taglio del busto: Speranza. In giro: PER IL GIUBILEO ARTISTICO DEL SUO GRANDE CITTADINO ONORARIO. Sotto al busto fra due stellette a cinque punte, in due linee: GENOVA — XVII NOVEMBRE MDCCCLXXXIX.