Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1890.djvu/195

186 francesco gnecchi

Elena a sinistra. Tiene un ramo d’alloro (o di ulivo)1 abbassato colla destra, mentre colla sinistra si sostiene la veste. All’esergo Greek Pi archaic.svgSIS e Lunula.


3. Simile. All’esergo ЄSIS e Lunula.


4. Simile. All’esergo NS e Lunula.


5. Simile. All’esergo Q Palma T


6. Simile. All’esergo SMHΔ


7. Simile. All’esergo T Lunula S


8. Simile. Nel campo A. All’esergo CONS

(Tav. IV, N. 4).


9. Simile. Nel campo Corona e A. All’esergo SMAL

(Tav. IV, N. 5).


10. Simile. Nel campo Corona e B. All’esergo SMAL

(Tav. IV, N. 6).


11. Simile. Nel campo Corona e II. All’esergo SMAL


12. Piccolo Bronzo. — Dopo Cohen 7.

D/ — FL HELENA AVGVSTA
  Busto a destra coi capelli ondati.

R/ — SPES REIPVBLICAE

      Fausta di fronte rivolta a sinistra coi due bambini in collo, come al N. 1. All’esergo SMALA

(Tav. IV, N. 2).


13. Piccolo Bronzo. — Dopo Cohen 7.

D/ — FL HELENA AVGVSTA
Busto diademato a destra.

R/ — SPES REIPVBLICAE
    Elena a sinistra. Tiene un ramo d’ulivo (o d’alloro?) abbassato colla destra, mentre colla sinistra si sostiene la veste. All’esergo SMKA

(Tav. IV, N. 3).


  1. Il ramo che tiene Elena, chi lo vorrebbe d’ulivo e chi d’alloro, tutti e due questi emblemi potrebbero avere il loro giusto significato nella mano d’una Augusta, in cui onore fu battuta la moneta. Ma il determinare quale dei tre precisamente sia è assai difficile colla semplice ispezione delle monete, in tempi nei quali l’arte è così bassa e le monete di bronzo sono fabbricate con si poca cura, che non è già molto facile l’accertarsi delle fisionomie.