Pagina:Rivista italiana di numismatica 1889.djvu/207

188 damiano muoni

Francia e parecchi imperatori d’Occidente all’Europa1.

Fra i diversi figli di Luigi il Germanico, abiatico di Carlomagno, figura un novello Carlomanno, che non bisogna confondere né coi preannunziati, né con altri omonimi contemporanei.

Occupandoci ora di lui, intendiamo, se ci vien fatto, designare colla maggiore probabilità il luogo, dove ebbero battitura alcuni denari contraddistinti col suo nome, e che alcuni nummografi esiterebbero a ritenere usciti dalla zecca milanese, senza renderci consapevoli da quale altra fabbrica, italiana o straniera, possano essere provenuti. Per tacere d’altri, non meno autorevoli, citeremo, fra costoro, gli egregi fratelli Francesco ed Ercole Gnecchi, i quali adottarono per massima di non descrivere, nel recente e grandioso loro trattato sulle Monete di Milano, che le monete di quei principi, i quali, se non sempre, almeno qualche volta vi posero l’indicazione della zecca milanese, vale a dire il nome della nostra città2.

Al pari adunque di vari nummoli di Carlo il Grosso, di Guido, di Lamberto, ecc., anche quelli di Carlomanno, recanti dall’un de’ lati, oltre la croce, il nome suo, e dall’altro il tempietto tetrastilo, coll’epigrafe christiana religio, dovrebbero essere eliminati dalla serie monetaria milanese pel semplice mo-

  1. Anquetil Luigi Pietro. Histoire de France. — Lavallée Teofilo Sebastiano. Histoire des Français, etc: — Moreri Luigi. Le Grand Dictionnaire historique, ou Mélange curieux de l’Histoire sacre et profane. — Chiusole Antonio. La Genealogia delle case più illustri di tutto il mondo.
  2. Gnecchi Francesco ed Ercole. Le Monete di Milano da Carlomagno a Vittorio Emanuele II, ecc. Opera corredata da 58 tavole in eliotipia, Milano, Fratelli Dumolard, 1884, Avvertimenti Preliminari, pag. XXV.