Pagina:Rivista italiana di numismatica 1888.djvu/532


SPIGOLATURE D’ARCHIVIO




LIMITAZIONE DELLE MONETE DEL DUCA DI SAVOJA

E PRINCIPE D’ACAJA.


La seguente grida emanata dal duca di Milano ai 30 agosto 1418, è tolta dal Registro n.° I delle Lettere Ducali nell’Archivio civico di Como, a f. 116. E non ci pare siasi finora pubblicata.

Mccccxviii, die penultimo Augusti.


Cum, facto diligenti assazio de mediis grossis Illustrium dominorum ducis Sabaudie et Principis Achaye, non reperiantur vallere nisi imperialium novem pro quolibet respectu cursus monete Mediolani fiat ideo crida pro parte Ill.mi domini nostri in quibuscunque locis consuetis illius civitatis, quod non sit aliqua persona cujusvis condictionis et status existat quo audeat vel presumat aliquos ex dictis medijs grossis recipere nec expendere, nisi ad computum dictorum imperialium novem prò quolibet dicti monete Mediolanj, sub penna cuilibet contrafacienti fior. X prò quolibet et qualibet vice applican. Camere prefati domini.


PER LE ZECCHE DI PAVIA E DI PARMA.


Dei 2 nov. 1408 è l’ordine ducale al Vicario di provvisione di Milano perchè sia pubblicato l’avviso che la moneta fatta di nuovo battere nella città di Pavia debba avere il suo solito corso in Milano1.


  1. Lettere ducali vol. IV. fol. 84 Arch. Civico Milano.