Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1888.djvu/52


i medaglisti del rinascimento alla corte di mantova 29

Lectis a Verona che gli procurasse delle colonne; e gli scriveva in questi termini:

“Nobilis, etc. — Ho receputo la mostra delle prede che ve havea dimandato, de le quale ve ne ringratio grandemente, et ve mando qua introcluso uno certo designo d’una mia capella, qual voria fabricare, dove haveria bisogno dell’opera vostra et ve prego non vi sia grave ad faticharvi in mio servizio; voria con diligentia investigasti da quelli maestri hanno prede della sorte et mostra mandata, se me poteriano fare bavere per questo mio edificio colone che fussino longe piedi undici e la croseza vole esser piedi uno e quarti uno et quanto mi constarano o il piede aut una de le predicte colone; et voria intendestivo quanto mi costarà el piede per quadra de la dicta sorta de prede et quanto di questi piedi di preda per quadro andarano a carichare uno caro et quelo mi costarà la conductura di uno caregio insino a Cortesela et la conductura de la barcha insino alla torre della fossa et ho volsuto mandarvi per più vostra information il designo della predicta capella aciò non possiati errare ad investigare diligentemente de omne cosa et vi prego me significati particularmente de quanto ve ho dicto di sopra, sebene mi dovesti mandare per meso aposta, quando non occoresi altramente a spazare; rimandandomi questo mio desegno indreto che nunc ve mando et queste prede voglio che sian della mostra più tenera delle due me havete mandato et bastani, mi offerischo alli vostri beneplaciti paratissimo. Benevalete. Sablonete, 26 martii 1489„1.

Ermes era già stato impiegato in opere d’architettura da Lodovico, che gli aveva affidata la direzione della fabbrica del palazzo in Ostiano2; com-

  1. Arch. sudd. Cart. sudd.
  2. Arch. sudd. Cart. sudd. — Francisco Gablonete. Volerne et comet