Pagina:Rivendicazione della primitiva linea di Strada Ferrata da Milano a Venezia.djvu/13


13

b. Spesa minore di costruzione.


 Ritenuti gli estremi dello stesso signor Milani, costerebbe L. 81,487,914.  Giusta lo stesso calcolo Milani, costa L. 87,209,154.
 Spesa maggiore di costruzione della linea Milani L. 5,721,240.

 Si noti che la maggior difficolta della esecuzione renderà certamente assai maggiore questa eccedenza di spesa.

(Vedi Prospetto allegato IV.)


c. Spesa minore di manutenzione.


 Secondo i dati Milani, ed i risultati ottenuti da altre strade, costerebbe lire 16,890,150.  Giusta i medesimi dati, costerebbe lire 18,092,710.
 Perciò la spesa maggiore di manutenzione è di annue L. 1,202,560, che ragguagliata a capitale equivale a L. 24,051,200, le quali aggiunte alla spesa maggiore di costruzione di L. 5,721,240 rende la linea girovaga dell’Ingeg. Milani più costosa di quella chiesta dalla Società di L. 29,772,440.
 Notisi che la manutenzione qui fu ragguagliata sulla norma di quella di Monza; ma le molte contropendenze, ed il maggior numero delle curve in questa esigeranno per certo, in confronto della primitiva linea, una manutenzione assai più dispendiosa.


(Vedi osservazioni all'allegato IV.)


d. Maggior possibile concorso.


 Passa in mezzo alla plaga più popolata, si dirama a tutte le città meridionali e settentrionali del Regno, ponendole tutte in facile comunicazione e fra di loro e colle Capitali. Riesce la più breve e perciò la più pronta e la più economica anche pei trasporti. Serve quindi a tutto il Regno Lombardo-Veneto combinando gli interessi di tutte le popolazioni, e tutte invitandole ad approfittarne.  Senza molti calcoli ognuno può vedere da se che le maggiori distanze, gli angoli acuti, le difficoltà, la maggior lunghezza assoluta e comparativa, ed il passaggio pei luoghi meno popolati riducono di un terzo la probabilità di concorso su questa linea più dispendiosa in confronto della contrapposta.