Pagina:Rime (Cavalcanti).djvu/70


6 - Abbiamo così fissati i quattro codici che più schiettamente rappresentano quattro tradizioni remote del sec. XIV nella lettura della canzone ; ma essi non hanno un valore assoluto dovendo essere purificati di tutta quella parte che è o arbitrio o costume individuale : arbitrio nel significato, costume nell' ortografia. Saranno criticamente accettabili quelle lezioni che abbiano a loro garanzia almeno tre di questi codici : pur anche da le varie lezioni si potrebbe venire ad una più stretta risultanza critica fra i quattro cdd. maggiori. Osservando i versi di più profonda mutazione, si hanno queste relazioni : v. 5 - Ca, Cap 1 Mart, Ba » 1 1 - » » » » » 19 - » » » » » 24 - Ca simile a Mart Ba, Cap 1 » 28 - Ca simile a Ba Mart, Cap 1 » 37 - Ca, Cap 1 Mar, Ba » 53 - » » » » » 66 - » » » » Ad una regola generale di uguaglianza, Ca uguale Cap 1 , Mart uguale a Ba, non si oppongono che due casi nei vv. 24 e 28. Per il v. 24 la differenza è : Ca - pesanza — Mart - posanza — Ba, Cap 1 - possanza. Cominciava già nel sec. XIV a decadere la forma «pesanza*, onde può essere venuta occasionalmente in Ba e Cap 1 la correzione : « possanza » tanto più che essi presentano larghe traccie (*) di influenze correttive. Per il v. 28 la cosa è più grave. Abbiamo : Ca - si che non pò la gire simiglianza Mart • si che non puote largir semelianza Cap 1 - si che non puote largir amiglianza Ba - perchè non potè la ire simiglianza (1) Si riscontrano in quei luoghi, in cui si vede la ricerca di una maggiore chiarezza, la quale dà lezioni opposte a gli altri tre codici. Per Cap 1 i versi : 44 - fuor di natura di misura torna. 59 - non può coverto star quand'è sorgiunto. 66 - dunquelli meno che da lei procede. 71 - Canzon mia tu puoi gir sicuramente. e per Ba i vv. 9 - di voler mostrare. » io - la ove nassce. » 38 - non che opposito naturai sia. » 39 - ma quanto che da ben perfetto torto è. » 51 - e voi chom miri in un /ormato luoco. - 57 -