Pagina:Rime (Cavalcanti).djvu/53


esclude questa ipotesi, rimanendo Ve soltanto come testimonio di una lettura più remota di quella di M'b. Alcuni errori evidenti ( l ) riuniscono Jlf'a ad AFò e li staccano da tutti gli altri : però non si può ammettere nessuna discendenza diletta di Afa da Afb o viceversa, perchè trovansi in M'b errori che non si ritrovano in Afa ed in Afa errori che non si ripercotono in M'b ( 2 ) : inoltre la composizione dei due codici e la differenza evidente del citato primo verso por- tano a concludere ch'essi ebbero una unica fonte originale parallela a Cap 1 , ma meno corretta. L'ultimo ostacolo verrebbe da un' apparente uguaglianza di Lp con Ve nel v. 9 ( 3 ), la quale le altre varianti ( 4 ) dimostrano del tutto casuale. Lp è non solo cronologicamente posteriore a la formazione del Verino, ma s'avvicina anche per le varianti più ad MI, Mk che ad Mn, ossia a lievi modificazioni del testo più che al testo stesso: esso quindi rappresenta un discendente, non un ascen- dente di Ver. Dato il più originale Cap 1 il gruppo sarà così disposto : X I /i / i Mn i r MI Mh Mh | i i Mg Lp Cap 1 x I ! I I I I , Ve I M'a M'b , Mq i i Lk chiamando x un ipotetico autografo od apografo : x 1 , x z i due codici ipotetici non lontani da Cap 1 , ma meno corretti, da cui scesero i due gruppi secondari, e (i) Vedi il citato v. 5 e v. 16 - sì fornito come. » 27 - non ha diletto m'ha consideranza. (2) Errori di M'a: v. 12 - poi sa ciascun suo. » 36 - si forse la virtù. » 69 - dico degno in sede. » 71 - ne puoi gir sicuramente. Errori di M'b : » 4 - poss'al ver sentire. » 55 - e non si tiri. » 61 - per tenere experto. » 68 - asciso messo oscuro. (3) Lp porta « mostrare » corretto in « provare » e Ve porta in margine « mostrare ». Si pensi però con quanta facilità potevasi sostituire l'un vocabolo a l'altro pur s^nza la guida d'alcun codice. (4) Lp si unisce invece a Ver nel v. 25 « la qualilale » e nei citati tv. 53, 60, 66, 69. D'altra parte Lp non può essere originale diretto d' alcun co li« per la sua variante assoluta- mente unica al v. 47 « e la paura con paura storna » per « t in figura con paura . . . etc. » — 40 -