Pagina:Ricerche sul progetto di una strada di ferro da Milano a Venezia.djvu/8

290


chi, il che è men del terzo; e il resto proviene interamente dal trasporto dei viaggiatori. Non saprei veramente perchè non dovremmo tener conto di un’esperienza cosi grandiosa e cospicua. Forse la perdita o il guadagno di tutta la operazione potrà appunto dipendere da una città di più o di meno che la strada tocchi nel suo passaggio.

8.

Difficilmente si può ritrar vantaggio da molte persone disgregate. In una vettura voi troverete un operaio, un sensale, un mercante, uno speditore; l’uno non curerà dell’altro; e ciascuno penserà a’ suoi bisogni ed a’ suoi fini. Ma una volta che siano avvicinati addivengono a contratti e combinazioni di mille maniere imprevedute, alle quali non avrebbero mai pensato nell’isolamento. Allora la facilità del trasporto, la certezza del pronto ritorno, la tenuità del prezzo, la vista allettevole del continuo passaggio d’uomini e di cose, trascina l’umana pigrizia fuori del primo proposito e dai confini dell’abitudine. Se non cogliete questi uomini al volo e là dove fortuitamente si trovano accozzati, se vi mettete dieci o dodici miglia lontano nel mezzo d’una vigna o d’un ginestraio a chiamarli a voi, non mi darete, a creder mai che tutti si accorgano di voi e dei fatti vostri sicchè non siate per perderne molti e molti.

Adunque chi vuol pigliar gli uomini, faccia come quelli che pigliano i pesci; abbia il senso comune di andarli a cercare dove si trovano.

Questo riguardo è tanto più necessario nelle provincie Venete, perchè scarsissime vi sono tuttora le strade comunali; e riescirà tanto più difficile di radunar passeggieri fuori del solito centro provinciale. La strada ferrata non è per sua natura capace di ricevere afflusso di viandanti ad ogni tratto ed alla spicciolata; ma bisogna che si radunino a certe stazioni. In quelle provincie gli abitanti di qualche borgo non lontano dalla strada ferrata saranno in necessità di recarsi prima a un capoluogo, affine di ritornar poi per opposta direzione e riescire per mezzo d’un braccio addizionale sulla linea maestra. Il che