Apri il menu principale

Pagina:Polo - Il milione, Laterza, 1912.djvu/151


il milione 137

celli hanno assai. Vino di vigne non hanno, ma fanno vino di grano e di riso con molte ispezie, ed è buona bevigione. In questa provincia nasce garofani assai. Egli è un albero piccolo1 che fa le foglie grandi quasí come corbezze, alcuna cosa piú lunghe e piú istrette: lo fiore fa bianco, piccolo come il garofano. Egli hanno gengiavo in grande abondanza e cannella e altre ispezie assai, che non ne vengono in nostra contrada. Or lasciamo di questo; e conterovvi di questa contrada medesima piú innanzi. Quando l’uomo si parte di questa Gaindu, l’uomo cavalca bene dieci giornate per castella e per cittadi; e la gente è tutta di questa maniera di costumi e d’ogni maniera di quelli ch’io v’ho detto. Ora, passate queste dieci giornate, si si truova un fiume chiamato Brunis (Brius), e quivi si finisce la provincia di Gaindu; e in questo fiume si truova gran quantitá d’oro di pagliuola, e in quella parte hae cannella assai. Egli entra questo fiume nel mare occeano. Or lasciamo di questo fiume, che non v’ha cosa piú da contare; e diremo di un’altra provincia chiamata Caragia, come voi udirete.

  1. Mgb. che anno gli rametti come orbache (Fr. orbeque).