Pagina:Poesie varie (Pascoli).djvu/129


1882-1895 107
ALL’IDA ASSENTE



O mia raminga, o rondinella mia,
ma dove l’hai murato il tuo nidino,
che al dolce suono dell’Avemaria
4non ti sento zillar nel mio giardino?
Son fiorite le rose, o rondinella,
nevica a terra il fior dell’ulivella:
tanto amore sbocciò nei miei pensieri!
8tanti baci sfiorirono! non c’eri.

Livorno, 1893.



ALL’IDA ASSENTE

(frammento)


Nella mia casa placida e canora
          si fa nel giorno un gran parlar di te.
La Solitaria piange ad ora ad ora,
          4i Caserecci gridono: c’è, c’è...
La Bella fa squillar la campanella
          irosamente. “ Taci dunque, o Bella! „
Gracchia lo Storno. E allora le Cincine
          8strillano tutte insieme senza fine.
Sbuflfano, come due lavandarine...

Livorno, 1895.