Pagina:Pascoli - Traduzioni e riduzioni, 1923.djvu/132

112 traduzioni e riduzioni


*

Qui fu la battaglia tra Persia e la terra di Pelope, un tempo:
     tre milïoni di là, quattro migliaia di qua.


giudicare è più facile che fare

Ce n’è di buoni, ce n’è di così e così: la più parte
     sono cattivi. Oh! oh! Prova! fa un libro anche te!


la noia di certi discorsi

            “Corano centomila, il doppio Mancino,
               trecento mila Tizio, due volte Albino,
               Sabino dieci, venti tanto Serrano,
               mi devono: da case e fondi milioni
               tre, dalle mandre Parmigiane secento
               mil...„ Afro! sempre questa fola mi conti?
               Oh! altro conta se tu vuoi che ci regga:
               lo stomaco rifammi con un po’ d’oro:
               codeste cose non le posso udir gratis.


l’invidia mascherata

               Soli ammiri poeti d’una volta
               e non lodi se non poeti morti.
               Grazie tante, o Vacerra: non lodarmi.
               Io non voglio morire per piacerti.