Pagina:Panegirico a Trajano.djvu/103

104 PARIGI SBASTIGLIATO.
X.


Cruda, ahi! ma forse necessaria insegna,
     Vedeva io poi con gli occhi miei sua testa
     165Sovra lunga asta infissa
     Ir per le vie: nè sola ell’è; che degna
     Compagna un’altra, a quella orribil festa,
     Le viene a paro: è scissa
     Questa dal corpo d’uom, che invan s’ingegna,
     170Urban pretore, di far ire a vuoto
     Dei cittadini la guerriera impresa:
     E vilmente distesa
     Sua tronca salma io ne vedea nel loto.
     E i cittadin feri vedea, ma giusti,
     175L’alta vendetta lungamente attesa
     Sperar compiuta in que’ scemati busti. ―
     Ahi memorabil giorno!
     Atroce, è ver; ma fin di tutte ambasce:
     Di libertade adorno,
     180Fia questo il dì che vera Francia nasce.