Pagina:Pancaldi - Idea di progetto di una supposta strada ferrata nella provincia di Bologna, 1842.djvu/5


217


il quale si dispone in dolce cadente quando non si possa mantenere orizzontale, procurando di stabilirne l’andamento con quella brevità di cammino, che sia conciliabile colla maggiore possibile concorrenza al movimento delle merci, dei prodotti, e delle persone.

Sopra del piano ridotto stabile si formano le strade ferrate componendole di tutte quelle parti di terra, di muramento, di ferro, di legname, di fabbriche ecc. di tutte in una parola quelle dipendenze che il bene inteso, e diligentissimo modello da noi tutti, non ha molto, osservato, ammirato, e contemplato in questa Città, a me risparmia il bisogno di descrivere, e di analizzare.

Ma per definire la costruzione di una strada ferrata occorrono varie principali, ed anzi essenziali nozioni dalle quali dipende il merito della riescita; e di cui io ho dovuto tener conto nell’adattare l’artificio meccanico alla linea da me trattata. Tali avvertenze riguardano per una parte l’arte, e per l’altra parte l’amministrazione economica, e sono le seguenti.

In quanto all’arte.


1.° Di stabilire l’andamento della strada ferrata per la linea più breve, ma di preferire però a questa condizione il transito pei luoghi i più popolati, e commerciali adattando anche delle curve, purché esse siano di un esteso diametro, e semprechè la maggiore spesa dell’opera possa rimanere compensata dal maggiore concorso, e dal più esteso movimento per la strada ferrata che si sceglie.

2.° Disporre lo suolo stradale ad un livello che non si allontani dall’orizzontale più di millimetri cinque per ogni metro di lunghezza (metri 5 per ogni mille metri) Piedi bolognesi 25 per ogni miglio bolognese, eseguendo a tal fine quegli escavi, quei tagli, quei riempimenti, quegli sbanchi, quei trafori ancora di monte che si troveranno necessarj, e costruendo sui corsi di acque, che si dovranno attraversare colla strada ferrata, dei robusti manufatti, il di cui dorso colla competente coperta di difesa rimanga spianato sul livello della strada, assicurandosi sempre della stabilità del fondo su cui saranno da costruire tali manufatti, e della partita che dovrà servire di base alla strada ferrata, come pure della invariabilità del livello di ciascheduna parte loro; onde il tutto assieme rimanga inamovibile in qualunque vicenda atmosferica.