Pagina:Opere di Procopio di Cesarea, Tomo I.djvu/486

446

città quantunque avessero vicine molte nazioni barbare, erano debolissimamente riparate. Poi in tutta quanta la Tracia fondò innumerevoli castelli, così ponendo in salvo quelle parti dalle incursioni de’barbari a cui erano esposte, e dai saccheggiamenti che ne conseguivano. I castelli poi che fondò, per quanto possiamo ricordarne i nomi, sono i seguenti.

In Europa.


Lidica


Elea.


In Rodope di fondazione recente


Caseera
Teodoropoli
Trasi
Tudanelana
Mundepa
Tarsandala
Deniso
Toparo
Dalatarba
Bre
Cuscabiri
Cusculo
Bospara di Tracia
Vesiparo
Capisturia
Veripara
Isgipeta
Ozorme
Vereiaro
Tainonbari


Scemna
Carastira
Pinzo
Tuleo
Arzone
Castrazarba
Zosinerso
Bergiso
Dingio
Sacisso
Cirtussura
Potamo castello
Isdicea
Emporio
Tauro cafaleo
Velaidipara
Scinace
Bepara
Pusino
Imauparubri


Scariota Salucra
Augusta
Urdao
S. Traiano
Dertallo
Soluano
Vasco
Zincira
Emimonte
Zemarco
Cerioparoro
Casibonoro
Unci
Antonino
Fossa di Gesila
Chereno
Probino
S. Teodoro
Burdeplo
Racule