Pagina:Opere di Procopio di Cesarea, Tomo I.djvu/329


293

in particolare; e mi taccio. Addio, Giustizia! Tu non hai più luogo ove starti. Andrò di qui per farmi giudeo. Meglio é assolutamente iniziarsi ai riti de’Gentili, e lo giuro a Dio, che starsi coi Veneti.

I VENETI. - Ché mai non vegga tanta scelleratezza! Ma l’odio vostro pure mi stimola a voler tanto.

I PRASINI. - Che dopo morte sieno dissotterrate le ossa di coloro, che si saranno seduti a questo spettacolo!

« Così i Prasini se ne partirono, lasciato l’Imperadore, e i Veneti soli nel Circo ».