Pagina:Opere di Procopio di Cesarea, Tomo I.djvu/243


209

NOTE

ALLA STORIA SEGRETA


CAPO I.


I.° Svida intorno ad Antonina dice: Indi essa, già madre di molti figliuoli, fu moglie di Belisario, e ben tosto infame per adulterio. Tra i figli avuti dal primo marito fu Fozio, di cui Procopio parlerà in appresso. A Belisario non partorì che una figliuola sola, la quale ebbe nome Giovannina.

2.° Antonina fu grande confidente di Teodora, moglie di Giustiniano: fu patrizia di dignità, dama principale in Corte, e preposta al vestimento e all’ornato della Imperatrice. Usò accompagnare Belisario in tutte le sue spedizioni. Quando, navigando verso l’Africa l’armata, l’acqua che serviva a questa, si guastò, Antonina sola poté conservarla intatta, facendo coprire con sabbia le amfore di vetro che la contenevano. Andò a Costantinopoli, onde ottenere dall’Imperadore rinforzi per l’esercito che Belisario comandava in Italia, ove le cose della guerra volgevano a rovescio. Fu donna, come dice Procopio, di acuto ingegno, attissima a sviluppare ogni affare più implicato, e a condurlo a fine. Fu essa, che per far grazia a Teodora, trovò colle sue cabale modo di ruinare Giovanni cappadoce, già console, e prefetto del pretorio. Sopravvisse a Belisario; né morì che sotto il regno di Giustino II. Decrepita riedificò in Costantinopoli il tempio di s. Procopio, che un incendio avea consu-

Procopio 14