Apri il menu principale

Pagina:Opere complete di Galileo Galilei XV.djvu/343


avvertimento 325


Il medesimo testo fu riprodotto l’anno appresso in fronte all’edizione delle Opere di Galileo condotta in Firenze da Tommaso Buonaventuri, poi in quella di Padova, e finalmente in quella di Milano.

Ma era finora rimasto ignoto, ed è meraviglia presso gli editori fiorentini del 1718, che il Viviani, vagheggiando pur sempre il disegno di erigere un maggior monumento d’onore a Galileo, avesse più tardi ricorretta quella scrittura in un esemplare pur di sua mano, che si conserva tra i MSS. Galileiani accanto all’altro surriferito, introducendovi importanti variazioni d’ogni maniera. E questo è l’autografo che noi ora riproduciamo, molto diverso e migliorato da quello che servi già alle precedenti edizioni, come ognuno potrà di leggieri capacitarsene col confronto dei due testi, o semplicemente coll’avvertire le più essenziali differenze, che sole, in mezzo ad altre infinite, siam venuti notando a piè di pagina.

Abbiamo poi aggiunto a questo scritto del Viviani documenti ed illustrazioni, che già notabilmente arricchiscono la mole delle notizie relative alla Vita di Galileo; e questa specie di lavoro preparatorio confidiamo che sia per essere ricevuto dal pubblico come nuovo saggio della diligenza, almeno, colla quale noi intendiamo procedere nella trattazione di così grave argomento.