Pagina:Omero - L'Odissea (Romagnoli) II.djvu/82


CANTO XVI 79

entrar nel nostro porto. Molti uomini v’erano dentro;
ed era pieno colmo di scudi, di lancie a due punte.
Di certo non lo so; ma penso che fossero quelli».
Disse cosi. Sorrise Telemaco, forza divina,
gli occhi volgendo al padre: sfuggi quel sorriso al porcaro.
Or poi che tutto fu compiuto, e imbandita la mensa,
qui banchettarono, e niuno restò con la brama del cibo.
E qaindi, e fame e sete placate, rivolser la mente
anche a dormire; e il sonno su loro profuse i suoi doni.