Pagina:Omaggio del Capitolo e del Seminario di Acqui a Giuseppe Marello.djvu/47

 
Omaggio del Capitolo e del Seminario di Acqui a Giuseppe Marello - TO04.jpg 47 Omaggio del Capitolo e del Seminario di Acqui a Giuseppe Marello - TO04.jpg
 

Lieto bevevi al calice
Delle sventure umane,
Tergevi amare lagrime,
Porgevi ai figli il pane,
E in atto confortevole
Parole di pietà.

Quando pietoso un Angelo
Che in Te scorse il Nocchiero
Al Ciel volgeasi fervido;
E il successor di Piero
A noi lieto spedivati
Qual Unto del Signor.

Allora un lume insolito
Brillò nel firmamento,
Ove i Stazielli lessero
Questo soave accento:
« Diletti al Ciel, un vigile
« Pastore Iddio vi diè.

Vieni, o Giuseppe, al placido
Sorriso, al dolce aspetto
T’acclameranno i popoli,
Ti chiameran l’Eletto;
Te seguiranno unanimi,
S’affideranno a Te.