Pagina:Omaggio del Capitolo e del Seminario di Acqui a Giuseppe Marello.djvu/39

 
Omaggio del Capitolo e del Seminario di Acqui a Giuseppe Marello - TO04.jpg 39 Omaggio del Capitolo e del Seminario di Acqui a Giuseppe Marello - TO04.jpg
 


CANTO




Lungo fu l’aspettar Vostra Persona,
Che alfin contemplo in questo bel convegno
Al vostro merto splendida corona.

Ed ora alzarsi in me dovrìa l’ingegno
A ritrarre del cuor l’almo contento,
Se troppo in alto non vedessi il segno.

Ma occulto a Voi non è del cuor l’accento,
E ben splender vedete ogni sembiante
D’un raggio, che d’amor vi dà argomento.

D’un raggio che in sua luce sfavillante
Annunzia amor che del pastore eletto
Vagheggierà le doti eccelse, e sante.

E dico, che non sol del dolce aspetto
Vostro godrà; ma ancor dell’ampia dote
Che il vostro cuor fa ricco, e l’intelletto.