Apri il menu principale

Pagina:Nuovi poemetti.djvu/139


I SEMI


i


L’alba sul monte e l’ombra nella valle.
I vermi chiusi ne’ ben fatti avelli,
3piccole mummie, rinascean farfalle.

Le spose uscian da’ bozzoli più belli,
candide e gravi. Col frullar dell’ale
6movean ver loro i brevi maschi snelli.

La savia madre il letto nuzïale
bianco lor tese. Ognuno andava in traccia
9d’una compagna all’opera immortale.

E venne Rosa dalle bianche braccia
nella stanzetta del fecondo rito.
12Recava in grembo i bei rotelli e l’accia.

Rosa ristiè vedendo già fiorito
di semi d’oro, tanti semi, il panno.
15Pensava: Allora avrò l’anello al dito,

non ci sarò, quando rinasceranno...