Apri il menu principale

Pagina:Notizie sulla Guerra della Indipendenza d'Italia (Monitore Toscano).djvu/141


141

curia di rapporti fatti non me lo avesse impedito.

Ho però già prevenuto verbalmente che qualunque omissione sarà corretta, e che certamente io non farò torto al merito, quando questo venga a mia cognizione. Io devo una parola d’elogio ai nostri prodi cacciatori a cavallo. – Così pochi e mancanti di organizzazione definitiva, essi fanno un servizio importantissimo, e già in varie circostanze alcuni individui di quel corpo hanno operato atti di bravura che onorano l’Italia. Un cenno sul rispettabile e patriottico corpo sanitario di cui si onora la brigata, e ben lontano dal corrispondere al merito reale dei benemeriti professori che lo compongono; non fa mestieri della mia voce per farli conoscere all’Italia. – Essi lo sono abbastanza dai luminosi loro antecedenti. Mi limito dunque soltanto a mandar loro in nome dei nostri feriti e di tutti noi una parola di riconoscenza.

Brescia, 14 giugno 1859


N. XXVII.
Monit. N. 176

Ai popoli di Lombardia

Proclama. – Il cielo ha benedetto le nostre armi. Col possente aiuto del magnanimo e valoroso nostro alleato, l’imperatore Napoleo-