Apri il menu principale

Pagina:Notizie storiche dell'antica chiesa di San Pier Forelli in Prato.djvu/56

40 parte seconda

avessero in mente di alzarvi una chiesa per loro uso cospicua; e ora il Collegio non concedesse alla umile chiesa di elevarsi alquanto sull’antica muraglia. Composti con miglior consiglio siffatti piati, non è mia intenzione di rinnovarne pur la memoria: ma ricordarli era d’uopo, come causa delle lunghe sospensioni e degl’indugi a cui la fabbrica andò per vent’anni soggetta.

La nuova chiesa di San Pier Forelli ha la forma d’un rettangolo, in cima al quale s’apre un grand’arco, che dà l’entrata a una tribuna semicircolare, ov’è l’altar maggiore ed il coro. Quattro colonne, staccate dalla parete, formano nella tribuna cinque spazi; e in quello di mezzo è l’organo, nei due più prossimi all’arco grande sono altrettante porte. Posa sulle colonne un architrave, che seguendo il tondeggiare della tribuna, continua il fregio e il cornicione della chiesa, mentre sostiene una emisferica cupoletta. La quale è spartita a lacunari ottagoni, dentrovi uno svariato rosone, e a quadrati circoscritti da cornici; diminuiti in ragione del salire e del ristringere che fa la volta fino al colmo, dove per un occhio piove uguale abbondante la luce. Un fregio di putti con cascate di festoni a bassorilievo ricorre sulla parete dietro alle colonne, collegandosi alla cornice dell’organo, che al sommo porta fregi ed emblemi di musica. La volta semicircolare del tempio è così spartita. Due grandi fasce composte di lacunari romboidali la dividono in tre spartimenti, ciascuno dei quali ha un continuo ornato di lacunari ottagoni e quadrati, e un quadro dipinto nel centro. Ai detti spartimenti della volta rispondono nella parete tre vani per parte, che girano in arco di tutto sesto, e formano tante cappelle, alle quali s’interpongono i pilastri che reggono il cornicione: ma là dove ripiombano le due grandi fasce della volta, e quindi fra un’arcata e l’altra, i pilastri lasciano quattro sodi ribassati, in cui con molta industria si è trovato luogo a quattro confessionali; rivestendo il muro superiore con tre dipinti, per dare il posto del quarto ad un