Apri il menu principale

Pagina:Nietzsche - La volontà di potenza, 1922.djvu/5


PRIMO LIBRO




IL NICHILISMO EUROPEO




1. STORIA

1.

Quello che racconto è la storia dei prossimi due secoli. Descrivo ciò che sta per accadere, ciò che non può fare a meno di accadere: il futuro dilagare del nichilismo. Questa storia può essere narrata fino da ora poichè la necessità stessa è qui all’opera. Questo futuro parla già con cento segni, questa sorte si annunzia dappertutto: tutte le orecchie sono già tese a questa musica dell’avvenire. Tutta la nostra cultura europea si agita già da tempo in una angosciosa tensione che cresce di lustro in lustro e va verso una catastrofe: inquieta, violenta, precipitosa, simile ad una fiumana che vuol giungere alla fine del suo corso, che non riflette più, che ha paura di riflettere.

2.

Chi prende qui la parola non ha fatto invece finora altro che riflettere, come un filosofo e un solitario per istinto, che ha trovato il suo vantaggio nello star da parte, nel rimanere al di fuori, nella pazienza, nell’indugio, nel rimanere indietro: quasi spirito che osa e tenta, che si è già smarrito una volta in ogni labirinto del futuro: come lo spirito di un uccello divinatore che guarda indietro, mentre racconta ciò che accadrà; come il primo, perfetto nichilista d’Europa, che ha già però vissuto in sè tutto il nichilismo, che lo ha dietro di sè, sotto di sè, fuori di sè.

3.

Non bisogna interpretare male il titolo dato a questo vangelo del futuro: La volontà del potere, tentativo di una svalutazione di tutti i valori. Con questa formula si viene ad esprimere un contromovimento rispetto al principio ed allo scopo, un mo-