Apri il menu principale

Pagina:Nietzsche - La volontà di potenza, 1922.djvu/284


86 — mini? Nei singoli non è cosa semplice il mostranio. Spesso è stato loro possibile un giuoco falso magistrale, così che essi assimsero gli atteggiamenti e le esteriorità delle grandi virtù. Spesso essi ono- rarono seriamente le virtù, con un'appassionata durezza verso se stessi, ma per orudaltà, — queste cose ingannano viste da lontano. Alcuni intesero falsamente se stessi; un gran compito promuove non di rado grandi qualità, per esempio la giustizia. L'essenziale è: i grandi hanno forse anche delle grandi virtii. lo credo che dalla esi- stenza dei contrasti e dai sentimenti che ne derivano sorga il grande ucwno, l'arco colla grande tensione. 600. Uomini che sono destini, che mentre portano se stessi portano dei destini, tutta la specie degli eroici facchini; o come volentieri vorrebbero riposarsi di se stessi! come sono assetati di cuori e di dorsi forti per potersi liberare almeno per qualche ora, di ciò che li opprime! E come inutilmente sentono questa sete!... Aspettano: guardano tutto ciò che passa : nessuno vien loro incontro con una millesima parte di dolore e di passione, nessuno indovina, 6 i n o a che punto essi aspettano.... Finalmente, finalmente imparano la loro prima esperienza della vita — imparano a non aspettair più; e subito imparano anche la seconda lezione : imparano ad essere affabili, ad esser modesbi; d'alllora un poi imparano a soppojntare ognuno, a sopportare ogni specie di cosa — in una parola a soste- nere ancora un po' più di quello che sino allora avevano portato. 601. La grandezza dell'anima non va separata dalla grandezza spiri- tuale, poiché essa include l' indipendenza; questa non va per- messa senza la grandezza spirituale, perchè produce del male, per- sino col voler far del bene e coU'eserc ilare la «giustizia». Gli spiriti inferiori debbono obbedire; — non possono quindi avere grandezza. 602. Dimostrare la necessità che ad un consumo sempre più eco- nomico dell'uomo e dell'umanità, ad un meccanismo di interessi e di produzioni sempre più fortemente congegnate, si conviene un contromovi mento. Designo questo coti tromo-vi monto come