Apri il menu principale

Pagina:Nietzsche - La volontà di potenza, 1922.djvu/253


che sono solo gli uomini capaci di ricevere l'arte ohe hanno formu- lato la loro esperienza intorno a ciò che è bello. In tutta la filosofia, sino Hd oggi, manca il'ai-tista.... Questo è, come lo indica quanto precede, un errore necessario, poiché l'artista che cominciasse a com- prender se stesso, sbaglierebbe — egli non deve guardare in- dietro, non deve affatto guardare, deve dare. Fa onore a un artista l'essere incapace di critica, altrimenti non è nè carne nè pesce, è e moderno ». 523. II sentimento di ebbrezza corrisponde di fatto a un aumento di f 0 r r a : è più forte che mai nell'epoca in cui i sessi si appaiano : nuovi organi, nuove facoltà, nuovi colori, nuove forme — l'abbelli- mento è la conseguenza di una forza ingrandita. L'abbellimen- to quale espressione di una volontà vittoriosa, di una coordi- nazione pili intensa, di un'armonia di tutti i forti desideri, di un iiifallibile equilibrio perpendicolare. La semplificazione logica e geometrica è una percezione di simili semplificazioni, rende intenso il sentimento della forza.... Apice dell'evoluzione: il grande stile. La bruttezza indica la decadenza di un tipo: Ja contrad- dizione e la coordinazione insufficiente delle aspirazioni interne in- dicano una diminuzione della forza organizzatrice, della « vo- lontà », parlando dal punto di vista psicologico. Lo stato di piacere che si chiama ebbrezza è precisamente uno stato di alto sentimento di potenza.... le sensazioni di tempo e di luogo sono mutate : si abbracciano spazi enormi che per la prima volta si percepiscono, lo sguardo si sten- d p su spazi e su moltitudini più vaste :gli organi si affi- nano per la percezione delle cose più piccole e più fugaci : la d i- V i n az ion e, la forza d'intendere, destata dal minimo eccitamento, da ogni suggestione; la sensualità «intelligente» — : la forza come sentimento di sovranità nei muscoli, come leggerezza e piacere del movimento, come danza, come leggerezza, « presto »; la forza come gioia nel dimostrare la forza, come saggio di bravura, come avventura, intrepidezza, indifferenza riguardo alla vita e alla mor- te.... Tutti questi momenti superiori della vita si eccitano recipro- camente: il mondo d'immagini e di rappresentazioni dell'uno b<ista come suggestione dell'altro : — di modo che alla fine si mescolano stati d'animo che avrebbero ragione di rimanere estranei. Per esem- pio : il sentimento d'ebbrezza religiosa e di eccitazione sessuale — — 256