Apri il menu principale

Pagina:Nietzsche - La volontà di potenza, 1922.djvu/250


52 — 517 Non mancherebbe forse un anello in tutta la catena dell'arte e della scienza se ci mancasse la donna, l'opera della donna? Concediamo l'eccezione — essa dimostra la regola che la donna giunge alla perfezione, in quella ohe non è un'opera, nelle lettere, nelle memorie, persino nei più delicati lavori manuali, in una pa- rola, in tutto ciò che non è un mestiere, proprio perchè si completa in questo, perchè obbedisce in ciò all'unico impulso artistico che possegga, — vuole piacere.... Ma cosa ha a che fare la donna coU'appassionata indifferenza del vero artista, che dà più importanza a una risonanza, a un soffio, a un grido che a se stesso? che afferra con tutte le sue forze ciò che vi è di più misterioso e di più intimo in sè? Che non dà valore a nessuna cosa a meno che non sappia divenir forma? ( — che si dia in balìa, che si renda pubblica — ). L'arte, come l'esercita l'artista — non comprendete che cosa è : un attentato a tutti i pudori?.... Soltanto in questo secolo la donna ha osato quel voltafaccia verso la letteratura ( — vers la canaille plu- mière écrivassière, per dirla col vecchio Mirabeaii) è scrittrice, è ar- tista, per l'istinto. A che scopo dunque? se è permesso chiederlo? 518. Si è artisti solamente a costo di sentire come «contenuto», come « cosa in sè » quello che i non artisti chiamano « forma ». In tal modo, certo, si appartiene a un mondo capovolto: poiché a partir da questo momento, il contenuto diventa qualcosa di pura- mente formale, compresa la nostra vita. 519. Per la caratteristica del genio nazionale rispetto a quello straniero e d'importazione. LI genio inglese rende più grossolano e naturale tutto ciò che sente. Il genio francese assottiglia, semplifica, logifìca, ripulisce. Il genio tedesco mescola, rende possibile, rende intricato, e morale. Il genio italiano ha fatto l'uso di gran lunga più libero e più delicato di quello che aveva ricevuto dagli altri e ha introdotto cento volte di più di quello che ha preso : come il genio più ricco, che più aveva da regalare.