Apri il menu principale

Pagina:Nietzsche - La volontà di potenza, 1922.djvu/205


U7 - Per il momento restiamo fedeli al passato: non si è fin qui dimostrata se non un'azione del lutto superficiale per mezzo del- l'addomesticazione — o anche la degenerazione. E tutto ciò che viene dalla mano e dalla cura dell'uomo, ritorna ben presto al suo stato naturale. Il tipo rimane costante : non si può « dénaturer la na- ture ». Si attende dalla lotta per l'esistenza la morte degli esseri deboli e la sopravvivenza dei più robusti e meglio dotati : quindi ci si immagina un continuo aumento di perfezione per gli esseri. Noi ci siamo al contrario assicurati che nella lotta per la vita il caso serve tanto ai deboli quanto ai forti; che l'astuzia sostituisce spesso la forza con vantaggio; che la fecondità delle specie è in un mirabile rapporto colle probabilità di distruzione. Si attribuiscono alla selezione naturale nello stesso tempo delle metamorfosi lente e incessanti: si vuol credere che ogni vantaggio si trasmette per eredità, e si esprima sempre più for- temente nelle generazioni successive (mentre l'eredità è tanto ca- pricciosa...); si osservano i felici adattamenti di certi esseri in con- dizioni di vita molto speciali, e si spiega che questi sono raggiunti mediante l' influsso dell'ambiente. Ma non si trova nessun esempio della selezione in- cosciente (proprio nessuno). Gli individui più disparati si uni- scono, gli estremi si confondono nella massa. Tutto concorre a mantenere il tipo proprio; esseri, che hanno segni esteriori, dai quali sono protetti contro certi pericoli, non li perdono quando ven- gono in condizioni tali, in cui vivono senza pericolo... Quando abitano un luogo, dove il vestimento cessa di nasconderli, essi non si avvicinano tuttavia niente affatto all'ambiente. Si è esagerata la scelta dei più belli, in modo che essa va bene al di là dell'istinto di bellezza della nostra propria razza! Di fatto il più bello si unisce con creature miserabili, il più grande col più piccolo. Quasi sempre vediamo uomini e donne pro- fittare di ogni incontro casuale e non mostrarsi per nulla schizzinosi nella scelta. — Modificazione per mezzo del clima e della nutri- zione : — ma in verità assolutamente indifferente. Non vi sono forme di transizione. Si afferma lo sviluppo crescente degli esseri. Ciò manca di fondamento. Ogni tipo ha i suoi limiti: fuori di questi non vi è sviluppo. Fino ad essi regolarità assoluta.