Pagina:Nietzsche - La volontà di potenza, 1922.djvu/16


8 - ancora avere nessuna cultura! Questa è la mia affermazione : si scandalizzi chi disse : Essi non sono ancora nulla, cioè essi sono un po' di tutto. Divengono qualcosa; cioè cessano alfine di essere un po' di tutto. Quest'ultima affermazione è in fondo solo un desi- derio, appena ancora una speranza; fortunatamente fe un desi- derio di cui si può vivere; è tanto una cosa del lavoro, della volontà, della disciplina e dell'educazione, quanto una cosa del risentimento, del desiderio intenso, della rinuncia, del disagio, persino dell'ama- rezza — in breve, noi tedeschi v o g 1 i a m o da noi qualcosa che non si è ancora voluto da noi — vogliamo qualcosa di piìi. — Che a questo tedesco « come egli ancora non è » spetta qualcosa di me- glio dell'odierna « cultura » tedesca, che tutti quelli che « diven- tano » debbono essere inquieti là dove essi scorgono un appagamen- to in questo senso, uno sfrontato « mettersi a riposo » o un « auto incensamento », questa è la mia seconda frase, sopra la quale non ho ancora appreso di meglio. 2 ESSERE E GAL'S.\. 23. Che cosa significa nichilismo? che i valori più alti si svalutano. Manca lo scopo; manca la risposta al «perchè?» 24. Il nichilismo radicale è la convinzione di un'assoluta insostenibilità dell' esistenza, se si tratta dei più alti valori che l'uomo riconosce; a ciò si deve aggiungere l'idea che noi non ab- biamo il minimo diritto di presupporre un « al di là » o un « in sè » delle cose, che il « divino » sia la morale personificata. Questa vi- sione è una conseguenza della cresciuta sincerità; con ciò anche una conseguenza della fede nella morale. 25. Il nichilismo ha due sensi: A) Nichilismo quale segno della potenza elevata dello spirito: il nichilismo attivo. B) Nichilismo quale tramonto e regresso della potenza dello spirito: il nichilismo passivo. - 1