Apri il menu principale

Pagina:Nietzsche - La volontà di potenza, 1922.djvu/128


- 130 - 248. Il profondo disprezzo con cui era trattato il cristiano nel mondo antico, rimasto nobile, è della stessa specie dell'avver- sione istintiva che si manifesta oggi verso gli Ebrei: è l'odio dellt classi libere e coscienti di sè, verso quelle che si fanno strada e uni- acono gest; timidi e maldestri a un insensato sentimento di s^^ Il nuovo Testamento è l'Evangelo di una specie d'uomini che manca totalmente di nobiltà; la sua pretesa di avere più valore, anzi di avere tutto il valore, offre infatti qualcosa di rivoltante, anchts oggi. 249. Il cristianesimo primitivo è l'abolizione dello Stato: proibisce il giuramento, il servizio militare, le corti di giustizia, la difesa personale e la difesa di qualsiasi comunità, esclude la diffe- renza fra connazionali e stranieri e così pure l'istituzione delle caste. L' esempio di Cristo: non resiste a quelli che gli fanno del male; non si difende: fa di più : « offro la guancia sinistra » (alla domanda : « Sei tu il Cristo? » risponde : « e d'ora innanzi vedrete il Figlio dell'Uomo sedere a destra della forza e venire nelle nuvole del cielo »). Proibisce ai suoi discepoli di difenderlo; fa notare che potrebbe avere aiuti, ma non ne vuole. Il cristianesimo è anche 1' abolizione della società; esso preferisce tutto ciò che la società disprezza, cresce fra i diffa- mati e i condannati, i lebbrosi di ogni specie, fra i peccatori, i ga- bellieri, le prostitute, la gente più ignorante (i « pescatori »); di- sprezza i ricchi, i dotti, i nobili, i virtuosi, la gente «corretta».... 250. Per la storia del cristianesimo — continuo cam- biamento dell'ambiente; la dottrina cristiana con ciò sposta conti- nuamente il suo equilibrio. La protezione degli umili e della piccola gente.... Lo sviluppo della caritas. Il tipo «cristiano» adotta di nuovo, gradatamente, ciò che aveva originariamente ne- gato (nella cui negazione esso consisteva). 11 cri- stiano diventa cittadino, soldato, giudice, operaio, commerciante, sapiente, teologo, prete, filosofo, agronomo, artista, patriota, uomo politico, « principe ».... riprende tutte le attività che aveva rin- negate ( — la difesa personale, il giudizio sui suoi simili, la puni- — 1