Apri il menu principale

Pagina:Nietzsche - La volontà di potenza, 1922.djvu/111


lb - comunicazione, — essi attribuiscono valore, non all'essere conside- rati come individui, ma come puri strumenti di espressione (Omero). Si prende gradatamente possesso dei propri stali d'animo superiori, si è superbi delle proprio azioni e creazioni. Anticamente si credeva di farsi onore, col negare la propria responsabilità per le azioni più alte e coU'attribuirle a Dio. La assenza di libera volontà pareva es- ser quello che impartiva un valore superiore ad un'azione: allora se ne faceva autore un Dio... 214. Anticamente gli stati e le conseguenze dell' esaurimento fisiologico erano considerati piij importanti degli stati sani e delle loro conseguenze, perchè ricchi di cose subitanee, paurose, ine- splicabili, incalcolabili. Si aveva paura: si attribuiva loro un valore superiore. Si sono resi responsabili del sorgere di due mondi il sonno e il sogno, le ombre, la notte, gli spaventi della natura: an- zitutto si sarebbero dovuti scorgere, qui, i sintomi dell'esaurimento fisiologico. Le antiche religioni disciplinano propriamente il reli- gioso ad uno stato di esaurimento in cui egli deve sperimen- tare simili cose... Si credeva di essere entrati in un ordine supe- riore, in cui tutto cessa di esser conosciuto — L'apparenza di una potenza superiore... 215. Il sonno come conseguenza di ogni esaurimento, l'esaurimento come conseguenza di ogni eccessivo eccitamento. Il bisogno di sonno, la divinizzazione e l'adorazione del concetto « sonno « in tutte le religioni e le filosofie pessimiste. L'esaurimento in questo caso è un esaurimento di razza : il son- no considerato fisiologicamente, è solo un'immagine di una neces- sità d i riposo più profonda e più lunga... In pratica è la morte che opera qui con tanta seduzione sotto l'immagine del suo fratello, il sonno... 216. Critica della santa menzogna La menzogna è permessa per fini pii, è una teoria di lutti i sacerdozi, — mostrare fino a che punto fa parie della loro pratica deve essere lo scopo del presente esame.

- 114