Apri il menu principale

Pagina:Neera - Una giovinezza del secolo XIX.djvu/271


Una giovinezza del secolo XIX 243

aperta la porta con un tacito invito. Per guadagnar tempo le chiesi a chi apparteneva ora la casa; mi disse che vi abitava il direttore dell’ospedale, e questo fu l’ultimo colpo della realtà che disperse i dolci fantasmi del passato. Un istante ancora, un ultimo sguardo, ferma sulla soglia ad invocare l’impossibile miracolo, poi uno scroscio di pianto ricacciato in gola e la fuga.