Apri il menu principale

Pagina:Neera - Il libro di mio figlio.djvu/97


il libro di mio figlio 89


le più culte, sono accessìbili ai principi filosofici. Togliere a queste la fede, è una mala azione come privare un bimbo della sua innocenza e un povero del suo unico soldo.

È per questa smania di atterrare la vecchia fede che noi vediamo tutta una generazione, non ancora preparata all’austera religione della coscienza e già priva dell’antico freno, brancicare con dondolamenti da ubbriaco.

Questa febbre distruggitrice mi fa pensare ad un povero ciliegio che alcuni monelli, dopo di avere saccheggiato, si posero a schiantare col pretesto che era vecchio e che già doveva morire lo stesso.... Essi non pensavano che tuttochè vecchio poteva dare ancora ombra nei giorni estivi, e poi foglie secche per le allegre fiammate d’autunno, finchè dai solchi pazientemente fecondati sorgesse l’albero nuovo.

Dicono anche gli innovatori: «Conservare il popolo nella religione, è conservarlo nella menzogna e nell’errore.»