Apri il menu principale

Pagina:Neera - Il libro di mio figlio.djvu/89


il libro di mio figlio 81


Abbiamo dunque un cuore caldo, una fervida fantasia, un sentimento vivo del bello; abbiamo delle passioni, ciò è permesso!

Badiamo solo, che le passioni non giungano a dominarci, a vivere noi in loro, invece che esse in noi. La passione non deve in nessun caso intralciare il nostro dovere, nè far soffrire coloro che amiamo.


Malgrado l’opinione contraria largamente diffusa, io sostengo che l’ideale è ciò che noi abbiamo di più concreto, di veramente nostro.

L’ideale è una delle forze occulte della natura, non meno misteriosa e non meno vera dell’armonia che guida gli astri, della nascita, della morte, della trasformazione, di tutto ciò infine che noi vediamo senza poter spiegare.