Apri il menu principale

Pagina:Neera - Il libro di mio figlio.djvu/36

28 il libro di mio figlio


sacrificio, una noia, un disturbo, un’ora di pazienza e di abnegazione! Va a dire a quel grasso sibarita che interrompa il suo desinare per correre a spegnere un incendio, a salvare un bambino. Egli ti darà venti lire perchè queste non gli costano nessuna fatica. Va a chiedere a quella signora che sta vestendosi per il ballo, di levarsi l’abito elegante per sedersi al capezzale di una donna che muore. Ella ti prometterà di fare al ballo una colletta.

È facile esser buoni così!


Un uomo dal temperamento molle, dal cuore dolciastro e piagnucoloso, sensibilissimo al benessere materiale di una buona digestione, si commuove, leggendo sul giornale che una madre ha ucciso a busse il suo bambino. Oppure trovandosi davanti al fuoco, coi piedi nelle pantofole di pelo, un buon