Apri il menu principale

Pagina:Neera - Il libro di mio figlio.djvu/30

22 il libro di mio figlio

Si dà tanto vanto all’ingegno adesso, e le mamme si pavoneggiano con tanta compiacenza per la mente svegliata delle loro creature, e i premi delle scuole sono così sempre volti all’intelligenza ed allo studio, che poco nulla — nulla addirittura — si concede alla formazione del carattere, lasciando che i giovinetti se la spiccino da sè col proprio temperamento.

Ora, e per le pochissime lotte che la civiltà lascia all’adolescenza e per gli agi della vita, e per l’invadente scetticismo e per la mancanza di ideali, raro è il caso di una vera forza di animo.

Sieno prova di ciò le statistiche dei suicidi incapaci di sostenere le lotte della vita, dei cassieri che non resistono alla tentazione dei denari a loro affidati, degli strilloni politici e declamatori di morale che