Apri il menu principale

Pagina:Neera - Il libro di mio figlio.djvu/117


il libro di mio figlio 109


dere un impegno; una volta preso è debito d’onore condurlo fino all’ultimo.

Non lasciarti dunque sedurre dal sorriso che accoglierebbe un tuo facile sì.

È conquista degna dei forti, il sapere, all’occorrenza, e contro tutte le seduzioni, rispondere onestamente: No.


Prima di scrivere la parola «fine» sotto a queste pagine voglio toccare un altro argomento. Toccarlo appena, accennarlo così come feci per tutti gli altri, fidandomi di parlare a giovinetti culti che ben presto si troveranno sulle scene della vita ed al cui ingegno perspicace basta aprire uno spiraglio per essere compresi, se non oggi, domani.

Intendo parlare dell’onestà colle donne.

È questa una onestà speciale più delicata