Pagina:Neera - Duello d'anime, Milano, Treves, 1911.djvu/255


che fanno aprire il becco ai corvi vanagloriosi.

Era diretta a Cònsolo quest’ultima frecciata? Minna lo sospettò; e lei che non aveva provato prima il morso della gelosia sentì ora il contraccolpo della umiliazione che l’acuta critica dell’Agrati inflig¬geva a suo marito. Le doleva sopratutto che il discorso continuasse in presenza del discepolo divoto.

— Andiamo - disse con una disinvoltura che fu sorpresa ella stessa di trovare pronta all’appello - andiamo a raggiungere Filippo. Egli ci sarà grato della liberazione.

Un chiaro tramonto estivo metteva i suoi bagliori sulle torricelle aguzze della chiesa dei Protestanti ; alto volava in cielo uno stuolo di rondini e gli alberi intorno davano un senso di frescura ai bimbi del vicinato che vi accorrevano con strilli e risa.

Chi passando a quell’ora da via Montebello