Pagina:Neera - Duello d'anime, Milano, Treves, 1911.djvu/248


un mezzo sorriso – non è di prammatica che in società marito e moglie stieno divisi ? C’è tanta gente qui !

— Sì, è vero, troppa! L’idea prima di festeggiare Daisini è stata soffocata da una quantità di altre idee, interessi, desideri che ne mu¬tarono completamente il carattere. Le signore hanno vinto la loro bat¬taglia. Ha osservato quante signore?

Minna interruppe:

— Ve n’è una vestita di verde... con frangie d’oro... era seduta dirimpetto a Filippo...

Stello crollò il capo.

— Particolarmente non ho guardato nessuno.

La frase in sè non aveva nulla di speciale ma parve a Minna che il giovane vi rinchiudesse un pensiero nascosto che per il momento le diede una grande dolcezza. Ella trovava spesso così inaspettati conforti, lievi battiti d’ali invisibili, piccoli fiori che il turbine le lasciava cadere in grembo. Stello soggiunse:

— Ha almeno avuto un buon vicino a tavola ?

- Agrati.