Pagina:Muratori-Cristianesimo Felice-vol 1-1752.djvu/70


Del Paraguai. 59

Del P a r a o u a. i . 57 mirare la compoftezza, 1’ amor fraterno, 1 alfa borri mento ad ogni azione mal fatta , e tante altre Virtù de’Criftiani, per lo più allor povera gente, toccati nel cuore , perché convinti dalla bella Morale infognata dal Vangelo ., e pratica¬ ta da’ fuoi fognaci , davano un calcio a i loro Idoli, ed abbracciavano la Fede fantiffima. Siam forzati ora a vedere tutto il contrario , cioè che i noftri coftumi Screditano quefta Religio¬ ne , tuttoché fia la detta , che quell» de* primi Secoli, fomminiftrandó pretefti di fuggirla, o di abborrirla a chi ' vive unicamente d’ efempio , e prende per difetto di sì fanta Legge quello che è colpa de*foli particolari. Un altro pemiciofo effètto han prodotto le violenze ufate da gli Spagnuoli a i Selvaggi In¬ diani , cioè che Soffrono ora da chi fta loro vi¬ cino molte infolenze e beffo , fenza che ardisca¬ no di gaftigarli, amando più tofto dipazienta- re , che di romperla con loro . Imperciocché fe vengono a rottura , que’ lelvaggi fi mettono a inquietar le ftràde , o devaftar le campagne , e fan paura alle flette Città , alcune delle quali hanno altre volte diftrutte , Senza che gli Spa- gn aoli abbiano potuto non dirò Soggettar’ effi , ma nè pur difèndere fe fteffi . Leggefi in oltre nel Memoriale del P. Aguilar Scritto nel 1735. di cui parlerò altrove, che altri Indiani irritati da gli Spagnuoli affliggono continuamente le Città del Tucuman tu maniera tale ,- che non foto tengono totalmente impediti , e fommamente rifcbiofi tutti i cammini, che folevano efferc n/erfo il Terù j e da pò» chi anni a quefta parte fot» fiati si continui e nume- refi gli ammazzamenti , e le prigionie de' Criftiani, che non foto hanno obbligato a fpopelar grandi e fer¬ tili Diftretti, ed han come bloccate le ftejfèChtà, duo F