Pagina:Muratori-Cristianesimo Felice-vol 1-1752.djvu/334

interrogo; e dando per premio a chi mi rifpon- de bene uno o due aghi, fe ne-vanno allenì come una Pàfqua. Ma meglio é, che lafci qui, perchè te entrò in difcorfo de gl* Indiani, non mi bada altrettanto di ciò, che ho fcritto ; e già mi truovo ftfaCco baftantemente . Mi ri¬ metto dùnque alla Relazione, che già v’inviai di q dette Miffioni, la quale, per quanto ho vi¬ tto finora, è fedeliffima . Frattanto vi fugplico di Salutare cordialiffimamente per parte mia il Signor Padre, Signora Madre, Signóre Cognate, Fratello, Sorelle^ Nipoti, e tutti i parenti ed amici) pregandoli diri cordarli di me nelle loro fante orazioni , I per impetrarmi dal Signore la grazia unica, che defidero; ed è d’ impiegarmi tutto a fua maggior gloria, e alla faluteditjue- fte povere genti. Addio.

Vostro Affezionatissimo Fratello

Gaetano Cattaneo della Compagnia di Gesù.




IL FINE.