Pagina:Muratori-Cristianesimo Felice-vol 1-1752.djvu/202

quai è tuttavia fconoi'ciuto il nome e paeie , é- che veri umilmente aprirebbono gli occhi al lu¬ me del Vangalo , fe la Compagnia di Gesù po¬ tette provvedere Operai Apolidi ici a tante di ver¬ te parti di quel nuoVo Mondo . Circa 1’ Anna 1675 prefe il P. Ctprìàno Barali Sacerdote della xnedefiioa Compagnia con fori)Ino fervóre ad in? tradurre il Criftianefimo fra i Muchi fuddetti . Che ftenti e fatiche per la difficultà delle Lin¬ gue, per la mutazìon de’Climi ec. e quanti pe¬ ricoli per la crudeltà di que’Barbari, e perl’op- pofizion de’ Sacerdoti Gentili , colli att itti Mif- fionario , accorti pagliato per lo pi ù da uri folo Compagno, o Sacerdote, o Laico; il convertire alla Fede Popoli Selvaggi , qualora hiuri barlu¬ me abbiano elfi prima dèlia Religioni Criftiana per ettère lontanittimi dalle già fondate Riduzio¬ ni, non fi può fufficiénteiriente irti n ì inare Be-, nediffq Iddio i fudori dell’infaticati Keligioto.' lmperciocché giunfe nello fpazio d’alqtuttti al ¬ ni a Formar di pianta in quelle contrade trcnu- merofe Riduzioni, coti imporre.ati elle il nome della Beata Vergine di Loréto , della S.intilìima Trinità , e di San Francefco Saverio . Aperto i bel campo allo zelo d’altri Gefuiticolà poi con- Corféro varj fuoi Compagni, che cori pah fervo¬ re dilatarono in quel tratto di paefe il Regno di Dio, di rtlàniera che, prima che terminafse il Secolo profiìmo pafsato , quivi fi fondarono do* dici altre nuove Riduziorii , dittanti l’una dati’, altra venti o Venticinque miglia ne’ (iti più farii ed ubertofi; e già fi contavano quivi circa trén¬ ta mila Anime battezzate , Egli è, da credere , chè a quell! ora molto più vi farà crefciuto il humerò de’ Fedeli, ftante la coritinUa applicazio¬ ne di que’ fervorofi Mitìiftri di Dio per tirar nuo¬ ve