Pagina:Muratori-Cristianesimo Felice-vol 1-1752.djvu/148

gne, Sovrani di tanti Regni neU* una,e nell’al? tra America . Chiaro è , che per contò del Pa¬ ra guai, non umano -intereflè, non motivi di mon¬ dana Politica , li portano a ftèndère le lor con¬ quide in quelle valle contrade, ma bensì ilglo- riofo deli derio di acquillar fudditi alla Fede di Crifto, e di popolar d’Anime ilParadifo. Mag¬ gi ormente poi fi fcorge la purità di quello lan- to, loro zelo, al cpnfiderare la grande fpelà, che fa 1’ Erario Reale in prò de’ fopradetti Indiani. Imperocché qualunque volta che per commeflio- rte del Re s’hanno da inviar colà Miftìonarj dall’ Europa , fpende per cadaun d’ erti trecento Pez¬ ze, e provvede loro l’imbarco. Oltre a ciò per mantenere le Miffioni e i Miffionarj nel Paraguai Fa sbottare ogni anno dièci mila Pezze . Simil¬ mente ad ogni Chiefa ,.che. fi fabbrichi di nuo¬ vo, il Re provvede la Campana, e tutti gli or¬ namenti facri per la prima volta. A fpefe anco¬ ra del Re va V intera fpelà del vino occorrente per le Mefle, giacché convien condurlo colà dall’ Europa, o dal Perù, o dalChile, Provincie tanto lontane. Mantien parimente erto Regio erario 1’ Olio tutto, che ferve per le Lampare, le quali giorno , e notte ardono davanti al Santiffimo Dee venire ancor quello dall’ Europa., fenza fa*; per’io dire, fe abbiano mài tentato i Miffionarj' di piantar’ Ulivi in quelle parti , Àlbero che it) quel caldo Clima pare che vi avertè a venir be¬ ne: fe pur non fuccedelfe anch’ivi ciò , che av¬ venne all’ Ifola Sjagnuola nell’ America , dove portati.gli’ Ulivi, mirabilmente allignarono, ma con rendere fole foglie, e non frutti. Finalmente fomminiflra il Addetto Erarfa ad ogni Riduzione cento quaranta Ducati ogni anno per comperar .Medicaménti a prò de gl Infermi, oltre ad altre