Pagina:Monete e medaglie degli Spinola.djvu/214

192

della Repubblica e Rettore di essa: e in detto anno mandato Ambasciatore al Duca di Milano; 1489 Ufficiale di Bailia e de’ fiorentini; 1490 Anziano e fu uno di quei che levarono il fogaggio: e in detto anno fu mandato Ambasciatore a Carlo ottavo; 1496 dell’Ufficio della Moneta; 1525 di Sanità.

1488. Oberto Spinola di Nico1ò fu al giuramento come sopra; 1500 de’ SS.ri Sindicatori.

1488. Martino Spinola di Andrea intervenne alla fedeltà giurata al Duca di Milano; 1505 Ufficiale di Tunesi; 1511 de’ Protettori di S. Giorgio.

1488. Oberto Spinola di Battista intervenne alla fedeltà giurata come sopra; 1505 dell’Ufficio del Mare; 1506 Anziano; 1507 Ambasciatore al Re di Francia.

1488. Agostino Spinola di Caroccio fu al giuramento come sopra; 1507 de’ Protettori di S. Giorgio; 1525 de’ Sindicatori.

1488 Ilario
Pietro Antonio
Gregorio
Nicolò di Agostino
Vincenzo
Gaspare
Spinoli intervennero al giuramento come sopra.

1490. Oberto di Francesco fu dell’Ufficio del Mare; 1491 di Nizza; 1501 Commissario a Chiavari per la Peste; 1504 dell’Ufficio di Sanità.

1490. Francesco Spinola di Pietro Commissario di due navi contro il Galeone di Nizza; 1504 dell’Ufficio di Mercanzia e di Virtù; 1506 mandato a Savona ad incontrare il Re di Aragona.

1490. Francesco Spinola di Luccoli; sua moglie Oriettina figlia di Giacomo Spinola di Luccoli con dote di L. 5500 come in atti di Nicolò Raggio, 27 febbraio detto anno.

1490. Girolamo Spinola di Giacomo appaltatore della Vena del ferro; 1501 Ambasciatore al Principe di Piombino e poi ai Sanesi e Fiorentini: era parente di detto Signor di Piombino.