Pagina:MarinellaDellaNobiltàEtDell'EccellenzaDelleDonneEt.djvu/7


SONETTO

DEL M. ILLUSTRE

SIGNORE

IL SIG. ORATIO,

VISDOMINI

Alla Medesima


POco è il mostrar, ch’à noi rispende il Sole:
Ch’arde il foco,il Ciel gira, e bagnan l’onde;
     Che di Febo al venir l’horror s’asconde;
     4E che Flora habbia in sen rose, e viole.

Meno è scoprir, che l’eccellenza invuole,
     La donna à l’huom con sue virtù profonde,
     Ch’uopo non è mostrar quel, che diffonde
     8Luce per se d’alte bellezze, sole.

Sai tu, che saria l’huom privo di questo,
     Di Natura, e del Ciel gran meraviglia,
     11Donna, gran don di Dio, luce del mondo?

Una bestia selvaggia, et un molesto
     Peso à la terra, ch’il mal sol s’appiglia.
     14Forsennato,crudel,vile, et immondo.