Pagina:Manuale di economia politica con una introduzione alla scienza sociale.djvu/564

554 indice dei capitoli


fenomeno. La scienza disgiunge le parti di un fenomeno e le studia separatamente; la pratica deve ricongiungere i risultamenti per tale modo ottenuti. — 31. Inutilità della critica esclusivamente negativa di una teoria. — 32. — Talvolta, per conseguire maggiore semplicità, ci allontaniamo volontariamente, colla teoria, dal fenomeno concreto. — 33. Studio storico dei fenomeni economici; dove giova, e dove è inutile. — 34. Evoluzione. — 35. Inutilità dello discussioni sul metodo dell’economia politica. — 36. Affermazioni che si possono verificare sperimentalmente, e affermazioni che non si possono verificare sperimentalmente. — 37, 38. La scienza si occupa esclusivamente delle prime. — 39, 40. Tutto ciò che suona precetto, eccetto che il precetto sia solo formale, non è scientifico. — 41. Non ci può essere una fede più scientifica di un’altra. — 42. Confusione tra la scienza e la fede. — 43. La verità scientifica e l’utilità sociale sono cose diverse. — 44. Errore nel considerare un presunto termine dell’evoluzione. — 45. L’intuizione; suoi modi e sue forme. — 46. L’universale consenso degli uomini non è punto un criterio di verità scientifica. — 47. Errore dei metafisici, nel volere trasportare proposizioni assolute nelle proposizioni scientifiche, che, per indole propria, sono essenzialmente subordinate, ed alle quali sempre deve intendersi premessa la condizione che sono solo vere nei limiti del tempo e dell’esperienza a noi noti. — 48. Assurdità del concetto di volere sostituire la scienza alla fede. — 49, 50. Conclusioni dedotte da premesse non-sperimentali, — 51. Invenzione.


CAPITOLO II, pag. 35 a 141.

Introduzione alla scienza sociale.


§ 1. Lo studio della sociologia deve ancora prendere le mosse da alcuni principii empirici. — 2, 3. Azioni non-logiche, e azioni logiche. — 4, 5. Tendenza a figurarsi come logiche le azioni non-logiche, e a ridurre tutte le relazioni di fenomeni a quella di causa ad effetto. — 6. Relazioni oggettive e relazioni soggettive. — 7, 8.