Apri il menu principale
144 MACBET

Per sempre.- Io vissi quanto basta. Il fiore
Dell’età mia già piega e discolora
Le foglie; e quanto i vecchi anni consola
Affetto, obbedienza, onore e fede,
No, sperar non poss’io: corona in vece
D’odio avrò, di bestemmie, a bassa voce
Bensì, ma dal fondo animo uscenti;
E lusinghe proferte a fior di labbro,
Dementite dal core al tempo istesso,
Vacui suoni e non più, che ben vorria
Disdir la verità, ma non l’ardisce.
-Saitón! Saitón!


SCENA V
MACBETH, MEDICO, SEITON

Seiton
Signore!
macbeth
Altre novelle?
Seiton
O quanto, o re, ti narrâr purtroppo è vero.
macbeth
Combattere vogl’io fin che spolpate
L’ossa mi vegga. - La corazza!
Seiton
Ė vana
Questa fretta, o signore