Pagina:Luigi di San Giusto - Gaspara Stampa.djvu/94

90 Luigi di S. Giusto, Gaspara Stampa.


VON REUMONT, Vittoria Colonna. Leben, Dichten, Glauben in 16. Jahrhundert, Freiburg, 1881. (Traduzione italiana Müller e Ferrero. Torino, 1883).

RIZZARDI, Rime e lettere di Veronica Gàmbara. Brescia, 1759.

SALTINI, Rime e lettere di Vittoria Colonna, Firenze, 1860. (Collezione Diamante, Barbèra).

A. SERENA, Collaltino di Collalto rimatore, ( Pagine Letterarie, Roma, 1900).

TASSINI, Veronica Franco, celebre poetessa e cortigiana del secolo XVI. Venezia, 1888.

TORDI, Supplemento al carteggio di Vittoria Colonna. Torino, 1892.

DE TRÉVERRET, L’Italie au XVI Siècle, II Série, Paris, 1879.

WIESE e PERCOPO, Storia della Letteratura italiana, dalle origini ai giorni nostri, Torino, Unione tipog. editrice torinese, 1904.

Il Cinquecento e quel che vien poi è del Percopo.
Su Gaspara Stampa ripete le cose stesse e quasi colle medesime parole, che ne dicono il Flamini e il Gaspary.

ZUMBINI, Studi di letteratura italiana. Firenze, 1894.

E infine, chi volesse pur ricercare l’interessante figura di Gaspara Stampa nella leggenda e nel romanzo, può leggere:

LUIGI CARRER, Amore infelice di Gaspara Stampa in Racconti. Firenze, Le Monnier, 1857; è pure del

CARRER, Anello di sette gemme, o Venezia e la sua storia, Venezia, coi tipi del Gondoliere, 1838.

(Trenta lettere che il Carrer finge la Stampa scriva a quella Ippolita Mirtilla, amica sua, alla quale Anassilla indirizza il suo Capitolo VI.

JACOPO CABIANCA, Gaspara Stampa, Dramma in versi, Venezia, 1857.

GIUSEPPE PIERI, Gaspara Stampa, Dramma in 3 atti. Firenze, Libreria teatrale di Angelo Romei, 1858.