Pagina:Luigi Barzini - L'Argentina vista come è.djvu/123


RICCHEZZE E MISERIE.1

Nel mese di aprile l'esodo di emigranti dalla Repubblica Argentina ha superato l'arrivo di 3032 individui, secondo le statistiche dalla Direcion de Emigracion. La differenza fra i partiti e gli arrivati sembra che aumenti di mese in mese in proporzione geometrica; il sintomo non è equivoco; l'Argentina è stata finora uno dei paesi che hanno assorbito la maggiore quantità di emigrazione europea, e debbono essere ben vaste e profonde le perturbazioni che oggi creano un tale rigurgito nella regolare corrente immigratoria che si era formata.

Questo solo fatto basterebbe a dare la misura delle gravissime condizioni della Repubblica Argentina, le cause delle quali abbiamo sommariamente e alla meglio rintracciato negli articoli precedenti, esaminando la politica, il governo, la giustizia, l'esercito e la società di quella giovane nazione.

A queste cause, che sono pur troppo permanenti, si aggiungono anche cause occasionali e transitorie — come ora la deficienza dei raccolti — le quali trovano

  1. Dal Corriere della Sera del 17 giugno 1902.